PROSSIMI EVENTI

Share

 

CORSO DI TEATRO PER ADULTI 

a CORNUDA (Palestra della scuola primaria, via dei Colli)

Hai voglia di divertirti e staccare un po' la spina? Vieni a giocare con noi!

Proponiamo un percorso che usa il gioco come chiave per imparare a fidarsi dei nostri compagli e del nostro corpo ed allargare le nostre vedute. I corpi raccontano e, come per magia, prendono forme diverse che li portano ad avere una loro personale visione del mondo.

LEZIONE DI PRESENTAZIONE GRATUITA 

MERCOLEDI' 4 OTTBRE - 20:30 - 22:30

 

TEATRO RAGAZZI 

Il teatro è un luogo magico, dove si può creare qualsiasi cosa!

Utilizzeremo energia ed immaginazione, metteremo in gioco la sensibilità di ognuno e stimoleremo a sviluppare creatività, ascolto, rispetto di sè e del gruppo.

LEZIONI DI PRESENTAZIONE GRATUITE:

CORNUDA (Palestra della scuola primaria, via dei Colli)

 - BAMBINI DI 3°,4°,5° ELEM. - MARTEDI’ 3 OTTBRE - 17:30 - 18:30

- RAGAZZI SCUOLA MEDIA - GIOVEDI’ 5 OTTBRE - 17:30 - 18:30

 

VALDOBBIADENE (Centro Bembo, Via Piva 10)

 - BAMBINI DI 3°,4°,5° ELEM. - MERCOLEDI’ 4 OTTBRE - 17:30 - 18:30

- RAGAZZI SCUOLA MEDIA  - MERCOLEDI’ 4 OTTBRE - 17:30 - 18:30

 

 

 

spettacolo Effetto Domino

Share

  Titolo Effetto Domino2

"Un viaggio attraverso violenza domestica e speranza"

 

"Effetto Domino" è il nostro ultimo progetto di teatro sociale sul tema della violenza domestica.
Ci proponiamo di analizzare e cercare di dare risposta a queste domande:
E’ possibile riconoscere e prevenire la violenza?
Quali sono i primi segnali ai quali prestare attenzione?
Esistono dei mezzi per aiutare anche gli uomini a cambiare?
Come si possono ridurre i casi di femminicidio ed aumentare le denunce quando accadono?
 
Questa la lettera di una ragazza vittima di violenza che era tra il pubblico in una delle nostre repliche:
 
“Buongiorno, sono la ragazza che ha scritto la lettera che avete messo in scena ieri sera... voglio dirvi grazie.
Ieri sera ho pianto tutte le lacrime che avevo soffocato. Avete abbassato le mura di quella casa.
Avete dato voce a me, a mio marito e al dolore. Mi sento libera, non soffoco più. In qualche modo mi sento risolta.
Fate qualcosa di grande ed immenso. GRAZIE.
E grazie anche al ragazzo che ha interpretato il carnefice nel primo monologo.
Durante la scena l'ho odiato, avrei voluto gridare, alzarmi e urlagli in faccia il dolore della sua follia.
È stato difficile guardarlo dietro le quinte…. poi quando l'ho abbracciato ho perdonato mio marito, e credo, anche me stessa.
Grazie di cuore. Continuate ragazzi perché regalate la libertà.”. 

 


 

Non abbiamo date in programma per il momento.

 

 

Sei interessato al progetto

per qualche evento di cui sei organizzatore

ti preghiamo di scrivere a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o chiamare il numero 347.8669645